By Sheona Smith

05 ottobre 2018 - 10:54

Provate a chiedere ad un bambino della scuola dell’infanzia quale sia la data del suo complenno. Non siate sorpresi se, come risposta, riceverete solo uno sguardo perso. Mesi, anni, date sono concetti non ancora chiarissimi per i bambini di quell’età. Il tempo, e la sequenza dei mesi, è un’idea spesso complessa. Il compleanno è, in ogni caso, un momento speciale della loro vita, tra amici e famiglia, spesso tanti regali. E’ dunque un punto di partenza potenzialmente utile anche per iniziare ad imparare i mesi dell’anno in inglese.

Occasioni speciali

Imparare 12 nuove parole in inglese è una bella sfida per chiunque. Per i bambini è dunque una buona idea pensare ai mesi collegandoli ad occasioni memorabili. Prova a pensare all’anno come un lungo periodo diviso in grandi tronconi dalle festività, o dalle vacanze. In questo modo potrai concentrati sui nomi dei mesi più facilmente. Un’idea potrebbe essere quella di iniziare cronologicamente, affrontando i mesi a partire da quello corrente, associandolo all’occasione speciale, della quale tuo figlio è al corrente, che in esso si verifca.

In una lezione di inglese ci si concentra di consueto sulle festività del mondo anglosassone, come Natale, Pasqua, le vacanze estive, Halloween ma è naturalmente importante lavorare su occasioni che siano significative all’interno della vostra comunità, per personalizzare e rendere più memorabile il percorso di studio. Si possono includere occasioni quali, ad esempio, Carnevale, la Festa del Papà, la Befana e molte altre inclusi, naturalmente, i compleanni dei componenti della famiglia. 

Create il vostro Calendario (cartaceo)

Come lavorare su queste informazioni? Un’idea che si rivela spesso efficace è quella di creare il proprio calendario, da appendere, con i nomi dei mesi e gli eventi disegnati. Non è necessario comprare alcunché e spendere soldi, potete crearlo in casa, una domenica pomeriggio, insieme ai bambini, e attaccarlo poi sul frigorifero o su un muro della cameretta. Tutto quello di cui avete bisogno è un grande foglio diviso in dodici sezioni, dove aggiungere i nomi dei mesi e le diverse occasioni da celebrare. Potete anche semplificare ulteriormente e dividere il foglio in quattro stagioni, con tre mesi per ciascuna.

Per aiutare i bambini a imparare la pronuncia corretta potete farvi aiutare da una canzone divertente che li può motivare a ricordare i mesi in ordine cronologico e associare la parola scritta al suono.

Anche se nessuno si aspetta che i bambini di quest’età possano leggere in inglese, potrebbero in realtà avere una qualche familiarità con parole e simboli per cui non fa certo male mostrare loro i nomi dei mesi. Quello che ci si può aspettare è che colleghino la pronuncia della parola con l’immagine visiva della stessa parola, piuttosto che essere in grado di leggerla anche se naturalmente anche questo potrebbe accadere. Il saper ripetere i nomi dei mesi è il primo passo. Dopo questa fase, dopo avere dunque incamerato queste informazioni nella memoria a breve termine, giunge il momento di aiutare i bambini a capire cosa significhi ciascun mese, spostandosi dunque ad usare il Calendario.

Pensare insieme agli eventi speciali da assegnare a ciascun mese può essere un’attività divertente e aiutare i bambini a ricordare i compleanni dei compomenti della famiglia può anche diventare un momento tenero per ricordare i compleanni passati e guardare a quelli futuri. Se siete tipi molto organizzati potete anche stampare delle fotografie dei diversi familiari e chiedere a vostro figlio di attaccarli sotto ai mesi corrispondenti. Ricordatevi di iniziare con il compleanno di vostro figlio e poi degli eventuali fratelli, prima che si offendano! Se riuscite a trovare immagini anche per le altre festività ancora meglio, alternativamente potete cercare online, partendo magari da queste illustrazioni tipiche per le festività

Pianificare eventi

Aggiungere eventi, compleanni e altre occasioni speciali sotto ai nomi dei diversi mesi è divertente e naturalmente potrete via via aggiungerne altre. Il calendario è veramente uno strumento molto utile. Si possono aggiungere visite degli zii, appuntamenti dal dottore, da dentista, ecc. Preparatevi, dunque, a usare questa risorsa iniziale per, a partire dai nomi dei mesi, andare poi a usarla per pianificare regali, incontri, occasioni scolastiche. L’utilizzo continuo del calendario sarà occasione di rinforzo per quanto già appreso e per fare sedimentare i nomi dei mesi, ma anche le varie feste e probabilmente vi spingerete ad affrontare anche i numeri da 1 a 12, e forse anche i giorni della settimana.

Imparare divertendosi

Imparare divertendosi e trovare il modo di giocare con i vocaboli è un altro bel modo per aiutare i bambini a ricordare i mesi dell’anno. Un’idea potrebbe essere quella di preparare delle carte con i nomi dei mesi. Fai finta di farle cadere, per mischiarle, e poi chiedi a tuo figlio di metterle in ordine. Per aiutare i più piccoli, che non sono magari in grado di leggere ma che riconoscono i numeri, puoi numerarle da 1 a 12 sul retro, in modo che possano sbirciare il numero quando non sono sicuri. Per rendere l’attività ancora più divertente puoi aggiungere della musica, e giocare a mettere in ordine i mesi prima che la musica finisca. Puoi anche giocare a cercare di indovinare il nome di un mese, coprendolo parzialmente e vedendo se tuo figlio lo riconosce. Quando sapranno ricordarsi tutti i nomi dei mesi saranno così fieri di se stessi! Per chi, tra voi, aveva tra i sogni nel cassetto quello del teatro, provare  a mimare i diversi mesi potrebbe essere un’alternativa piuttosto divertente. Tuo figlio si divertirà moltissimo a vederti mimare novembre facendo le movenze di un fantasma o di una zucca e agosto quelle di un gelato.

Last but not least, potresti comprare un libro in inglese che vi aiuti in questo percorso. Se non conoscete Kipper vi consigliamo questo piccolo libro.