Pontignano, chiostro

Il Convegno di Pontignano rappresenta uno degli eventi annuali più importanti nel rapporto bilaterale tra Regno Unito e Italia, coinvolgendo i principali decision maker e influencer governativi in tema di università e accademia, tecnologia e innovazione, cultura e società, economia e finanza, politica e sicurezza, governo e media, cambiamento climatico e inclusione.

Istituito nel 1993 dal British Council e St Antony’s College Oxford, il Convegno è attualmente organizzato dall’Ambasciata Britannica in Italia, dal British Council e dall'Università di Siena

Durante due giorni di lavori, il Convegno rappresenta un'opportunità strutturata ma informale per dialogare, discutere e costruire relazioni, nella splendida cornice della Certosa di Pontignano, un antico monastero appena fuori Siena. La maggior parte del convegno si svolge secondo le Regole della Chatham House - una regola nata nel 1927 presso il Royal Institute of International Affairs che disciplina la confidenzialità in relazione alla fonte di informazioni scambiate nel corso di riunioni a porte chiuse, così da consentire un dibattito più informale e aperto, senza identificare la fonte delle informazioni ricevute nel corso del convegno.

Il Convegno di Pontignano 2020 si è svolto dal 1 al 3 ottobre.

Al palazzo del Rettorato dell'Università di Siena si è tenuta la cerimonia di apertura dei lavori della XXVIII edizione del Convegno. Alla giornata inaugurale, dopo il saluto dei due co-presidenti Lord Willetts e On. Carlo Calenda, sono intervenute il Ministro per le Pari opportunità e famiglia italiano Elena Bonetti e il Sottosegretario per le Pari Opportunità del Regno Unito Kemi Badenoch.

Nelle giornate successive, i lavori sono proseguiti a porte chiuse presso la Certosa di Pontignano.

Il convegno ha celebrato quest’anno i 28 anni di dialogo tra Italia e Regno Unito.

Concept note Convegno di Pontignano 2020

Introduzione:

La pandemia di COVID-19 ha messo profondamente alla prova la prosperità e la sicurezza delle nazioni di tutto il mondo. Il Regno Unito e l’Italia, da sempre stretti alleati, hanno il compito di affrontare insieme l’impatto della crisi - sia nel lungo che nel breve termine - e porre le fondamenta per un futuro prospero, sicuro e sostenibile per le generazioni a venire.

La nostra collaborazione in occasione di COP26, le Presidenze del G7 e del G20 nel 2021 e l’iniziativa in corso UK/Italy Partners for Culture offrono immense opportunità di collaborazione per plasmare l’azione globale in questa e altre grandi sfide del XXI secolo e dimostrano la nostra comune determinazione ad agire insieme per il benessere globale.

Come è possibile sfruttare al meglio queste opportunità sviluppando allo stesso tempo nuove forme di cooperazione a seguito dell’uscita del Regno Unito dall’UE?

Concept note Convegno di Pontignano 2020