Date
Lunedì 16 aprile 2018 - 00:00 a Venerdì 20 aprile 2018 - 00:00
Location
Auditorium Parco della Musica, Roma

Fondazione Musica per Roma presenta:

National Geographic Festival delle Scienze
Il Festival per le Scuole

"Felice è colui che ha potuto conoscere la causa delle cose."  Virgilio

Lo studio delle cause e delle relazioni causali è un tema fondamentale in ambito scientifico e filosofico, ed è difficile immaginare un’attività umana che non abbia a che fare con un’intricata rete di relazioni di causa-effetto. In questa tredicesima edizione il Festival delle Scienze di Roma esplora le cause delle cose, in tutti i loro aspetti, logici, matematici, filosofici, tecnici e biologici.

Il tema della causalità e Il Festival nel suo complesso sono indissolubilmente legati al tema della salvaguardia dell’ambiente: il 22 aprile, nel giorno conclusivo, ricorre infatti la Giornata Mondiale della Terra, la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia. Anche in ragione di questa importante ricorrenza, la storica vocazione formativa e didattica del Festival si rafforza con il maggior investimento di sempre nel settore educativo. 

Da lunedì 16 a venerdì 20 aprile si svolgerà un’intera “settimana scientifica“ dedicata alle scuole, con un ricco e diversificato programma, denso di incontri e laboratori di altissimo livello qualitativo.

Il Festival è prodotto Fondazione Musica per Roma, in partnership con National Geographic, vede la presenza del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ed è realizzato con l’Agenzia Spaziale Italiana e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Lunedì 16 Aprile
ore 10.00 Incontro con Sylvia Earle : Salvare gli oceani

La dottoressa Sylvia Earle, oceanografa di fama mondiale, definita “Sua Profondità”, ha vissuto sott'acqua 10 volte in momenti diversi, ha scoperto centinaia di nuove specie, molte delle quali denominate in suo onore. Immersa in questa visione romantica, la sua vita è una missione: ricordare al mondo che gli oceani vanno preservati e protetti.
Nel corso della sua carriera ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti tra cui: la medaglia dell'Explorers Club (1996), la nomina a Living Legend (leggenda vivente) da parte della Libray of Congress (2000), l'inserimento nella National Women's Hall of Fame (2000), il Premio TED (2009), il Premio Carl Sagan per la comprensione pubblica della scienza (2010).
Ha convinto Google a lanciare Ocean, la parte acquatica di Google Earth, ha dedicato un pesce a Barack Obama per ringraziarlo di aver creato la più grande area marina protetta del mondo (vicino alle Hawaii). A 81 anni non smette di immergersi con la sua organizzazione Mission Blue, che protegge “hope spots” marini in giro per il mondo.

L’incontro prevede la traduzione simultanea

Martedì 17 Aprile
ore 11:00: prova aperta per le scuole di a “Journey through time “, concerto con Musiche di Philip Glass 

Secondaria di I e II grado e università
Frans Lanting, uno dei più grandi fotografi del mondo, testimonial di National Geographic, indaga sull’origine della terra e della vita attraverso sette percorsi di immagini uniche che diventano sette movimenti sinfonici di una straordinaria opera composta da Philip Glass. Un’opera unica per intensità, emozione, capacità di trasmettere il significato della nostra vita sulla Terra. 
Frans Lanting in persona, con l’orchestra, illustra il progetto musicale agli studenti.

CENTRO PRENOTAZIONE PER LE SCUOLE:
Ufficio Promozione, Auditorium Parco della Musica 
NATIONAL GEOGRAPHIC FESTIVAL DELLE SCIENZE
° promozione@musicaperroma.it | Tel 06/80241.226-408

Roma