Domenica 25 settembre 2016 -
16:00 a 18:00

Che cos’è Walking Cities?

Il progetto Walking Cities del British Council mette insieme scrittori contemporanei dalla Gran Bretagna con scrittori da altri paesi.
Quest’anno gli scrittori si incontreranno in alcune delle città che hanno fatto da location alle opere di Shakespeare, molte delle quali sono circoscritte all’interno dell’Europa, legandoci con il 400° anniversario che celebriamo quest’anno. Gli scrittori accoppiati si presenteranno e discuteranno su come queste location e le opere di Shakespeare hannno influenzato il loro pensiero e/o il loro stile di scrittura. Il risultato è una serie di podcast e cortometraggi interculturali e culturalmente interessanti che saranno disponibili sul nostro sito web tra Ottobre e Novembre 2016. Gli eventi pubblici con gli scrittori nelle città sedi delle passeggiate si terranno in posti dove il pubblico può accedere ed ascoltare una conversazione sulle relazioni che ha Shakespeare con i nostri pensieri e con gli spazi architettonici che viviamo e immaginiamo.

Walking Cities: Rome

Walking Cities: Rome si svolgerà in due momenti: il primo, fissato il 23 Settembre, con la passeggiata tra Delia Jarrett-Macauley e Roberto Recchioni, che verrà filmata e diverrà un cortometraggio disponibile sui canali del British Council entro la fine del 2016, mentre il secondo sarà un evento pubblico, inserito all'interno del Festival della Letteratura da viaggio, fissato per il 25 Settembre alle 16 presso Villa Celimontana, in cui Delia Jarrett-Macauley, insieme ad altri ospiti, parlerà della sua esperienza durante la passeggiata e di come le opere di Shakespeare hanno cambiato il suo modo di pensare e scrivere.

Gli scrittori

Delia Jarrett-Macauley

Delia Jarrett-Macauley è una scrittrice originaria della Sierra Leone, attualmente residente a Londra. È l’autrice di “The Life Of Una Marson 1905-65”, e del romanzo vincitore dell’Orwell Prize “Moses, Citizen and Me”, e ha presentato programmi sulla BBC Radio 3 e Radio 4. La pubblicazione più recente di Delia è la raccolta “Shakespeare, Race and Performance – The Diverse Bard” (Routledge, 2016) che esplora cosa significa studiare e mettere in scena Shakespeare in una società multiculturale. Nell’Estate 2016 è stata nominata Direttrice del Comitato per la Scrittura Africana del Caine Prize.

Roberto Recchioni

Nato a Roma il 13 gennaio 1974, sceneggiatore e disegnatore, è attivo nell'ambito fumettistico professionale dal 1993, esordendo sulla serie Dark Side (da lui creata), edita da BDPress. È tra i soci fondatori della casa editrice indipendente Factory. Ha in seguito collaborato con StarShop, Comic Art, Rizzoli, Magic Press, Mondadori. Creatore (insieme a Lorenzo Bartoli) di "John Doe" e "Detective Dante" per l'Eura e (insieme a Matteo Cremona) di "David Murphy: 911" per Panini Comics. Sempre per l'editore modenese ha realizzato l'adattamento a fumetti delle "Cronache del Mondo Emerso" di Licia Troisi. Per l'Astorina ha sceneggiato numerose storie di "Diabolik". Ha realizzato i libri a fumetti "Battaglia - le Guerre di Pietro", "Ucciderò ANCORA Billy the Kid", "Ammazzatine", "Asso" (di cui è autore completo). Dal 2007 è entrato a far parte dello staff degli sceneggiatori di Dylan Dog di cui oggi, insieme a Franco Busatta, è il curatore. Collabora alle collane le Storie e Tex. Insieme a Emiliano Mammucari, è il creatore di Orfani, la prima collana mensile a colori pubblicata da Sergio Bonelli Editore, in edicola da ottobre 2013.

Il Festival

Il Festival della Letteratura di Viaggio è come dedicato al racconto del mondo, di luoghi e culture (vicini e lontani), attraverso diverse forme di narrazione del viaggio: dalla letteratura alla geografia, dalla musica alla fotografia, dall’antropologia al disegno, dal giornalismo alla storia. La presidenza onoraria del Festival è di Stefano Malatesta, la direzione artistica è di Antonio Politano, e negli anni scorsi ha ospitato personalità come William Dalrymple, Paolo Rumiz, Giovanni Mauro, Ettore Mo, David Van Reybrouck, Ennio Morricone, Claudio Magris, Bernardo Bertolucci e molti altri. L’edizione 2016 si terrà dal 22 al 25 Settembre come sempre nella splendida location del Palazzetto Mattei e della Villa Celimontana a Roma, sita nei pressi del Colosseo.

La passeggiata

L’itinerario della passeggiata percorre i simboli del potere e della politica della Roma Antica e Moderna, così come le location di alcuni degli avvenimenti legati alle opere di Shakespeare (Giulio Cesare, Coriolano). In particolare, i momenti salienti della passeggiata saranno:

  • Il Colosseo, punto di partenza della passeggiata, oltre che uno dei luoghi dell’intrattenimento nell’Antica Roma era anche un simbolo di potere, in quanto location di persecuzione dei Cristiani e delle popolazioni barbare sottomesse, ed inoltre anche simbolo della magnificenza dell’Imperatore;
  • Via dei Fori Imperiali è la via dove sono situate le rovine del Foro, centro di potere politico dell’Antica Roma, e luogo dove fu assassinato Giulio Cesare dai senatori che lo avevano tradito;
  • Piazza Venezia è stato il simbolo del potere durante l’epoca fascista in Italia per la presenza di Palazzo Venezia, dal cui balcone Benito Mussolini si affacciava per tenere i suoi comizi alle folle; è interessante notare come la dittatura fascista abbia recuperato molti dei simboli di potere dell’Antica Roma riutilizzandoli nel proprio contesto;
  • Piazza del Campidoglio era il simbolo del potere religioso nell’Antica Roma (vi erano collocati molti templi dedicati agli Dei in quel luogo) e il simbolo del potere politico della Roma di oggi (essendoci qui la sede del Municipio di Roma);
  • La Rupe Tarpea è un’altura usata nell’Antica Roma come luogo di esecuzione di pene di morte, in quanto i condannati venivano gettati giù dalla rupe, e lo stesso Coriolano avrebbe dovuto fare quella fine, se non fosse stato per l’esilio.

L’incontro con il pubblico

Domenica 25 settembre 2016.

400, 200: Shakespeare & Company
Un gioco di memoria a 400 anni dalla scomparsa di William Shakespeare e Miguel de Cervantes e in occasione dell’anniversario della pubblicazione, 200 anni fa, di Viaggio in Italia di Johann Wolfgang von Goethe. Con Delia Jarrett-Macauley, scrittrice britannica (Otello può essere bianco, Romeo può essere una donna e Giulio Cesare e l’Africa), Claudio Visentin, docente e scrittore, Stefano Faravelli, pittore (Alla ricerca di Don Chisciotte), Smoppy’s Adventures, collettivo di viaggiatori narratori (Il viaggio in Italia con Goethe).