Lynn Chadwick, Retrospettiva per due giardini

Sabato 09 Maggio 2015 - 00:00 a Domenica 30 agosto 2015 - 00:00
Firenze, Giardino di Boboli e Giardino Bardini

Lynn Chadwick (1914 -2003) è stato uno dei più importanti scultori della sua generazione e uno dei maestri della scultura britannica della metà del secolo scorso. Le sue opere sono parte delle collezioni dei maggiori musei del mondo.

I primi riconoscimenti internazionali arrivarono nel 1952 quando prese parte alla collettiva che presentò al mondo intero la nuova generazione di scultori britannici alla Biennale di Venezia, dove due edizioni dopo, nel 1956, ricevette il premio internazionale per la scultura.

Retrospettiva per due giardini, il progetto pensato per il Museo del Giardino di Boboli e il Giardino Bardini, presenta 23 sculture disposte nei due parchi, andando a creare un percorso di visita e scoperta che ha come punto focale l’orografia e le caratteristiche monumentali e scenografiche dei due siti.

Il rapporto tra natura e artificio è alla base della creazione del Giardino di Boboli e la progressiva integrazione tra due istanze come l’architettura di giardini e la scultura hanno trovato nel parco della reggia medicea uno dei massimi compimenti. Tale evidenza si ripresenta nel Giardino Bardini che assume la sua attuale forma all’inizio del XIX secolo, e dove differenti stili e culture di architetture dei giardini, da quello romantico a quello di gusto cinese, convivono in armonia con l’originaria destinazione di giardino a frutteto. L’ibridazione dei soggetti in grado di creare un’idea naturalistica della rappresentazione presente in Chadwick si combina perfettamente con il naturale artificio della presentazione della natura nei due giardini. Elementi di fauna dagli aspetti metamorfici combinati al controllo e selezione della flora ci portano costantemente a un rapporto con un ideale artistico completamente regolato, dove il naturale è domesticato e dominato dall’uomo.