Cosa è A Great Symphony for Torino?

A Great Symphony for Torino è un progetto realizzato da Associazione Culturale Situazione Xplosiva con il British Council e con il sostegno di Città di Torino, in occasione di Club To Club e Luci d'Artista, nell'ambito di ContemporaryArt Torino Piemonte, con il patrocinio di Fondazione Torino Smart City e il sostegno di IED. In questa occasione, quindici composizioni di giovani e talentuosi musicisti italiani e internazionali danno vita a un'esclusiva colonna sonora per i più suggestivi luoghi di interesse storico e contemporaneo della città, sotto la direzione artistica del britannico Steve Goodman, in arte Kode9. Musicista e produttore, saggista e PhD in filosofia, fondatore dell’etichetta Hyperdub, che vanta tra le sue fila talenti come il celebre produttore anonimo Burial, Kode9 ha contribuito alla nascita di uno dei filoni più fortunati della storia della musica elettronica.
Il Regno Unito è oggi fulcro e cuore pulsante degli sviluppi della scena elettronica internazionale: in quest’ottica, il progetto si allinea perfettamente con la mission del British Council, che intende portare in Italia il meglio della musica made in UK, ed offrire contemporaneamente ai giovani artisti italiani l’eccezionale opportunità di confrontarsi con uno dei suoi principali artefici.

A Great Symphony è un’opera elettronica contemporanea capace di raccontare il ritmo della città e di coglierne il mood, creando un continuo dialogo con le installazioni di Luci d'Artista e dando vita attraverso la musica e la tecnologia ad un originale esperimento di realtà aumentata: per ascoltarla, è sufficiente visitare il sito web ufficiale agreatsymphony.net, rinnovato con foto interattive a 360° delle location, o la pagina Soundcloud ufficiale del progetto.

Oltre a Kode9, che per l'occasione ha prodotto una traccia inedita ad hoc per il progetto, oltre ai contributi di Dave Saved (fra i produttori di punta nel progetto The Italian New Wave), di JIIN (l'artista sudcoreana che ha vinto la competition 2015 per il miglior remix) e degli studenti del corso IED Sound Design coordinati da Painé Cuadrelli, hanno reso il progetto ancora più interessante.

Artisti e luoghi della sonorizzazione

Piazza Madama Cristina: Kode9 (Gran Bretagna, Hyperdub) 
Piazza Bodoni: Dave Saved (Italia, Astro:Dynamics) 
Campus Einaudi: JIIN KO vincitrice dell'edizione 2014 (Corea del Sud)
Piazza San Carlo: IED Milano (studenti del corso di Sound Design coordinati da Painé Cuadrelli) 
Palazzo Nuovo: Scratcha DVA (Gran Bretagna, Hyperdub) 
Stazione di Porta Nuova: Akkord I On (Kazakistan/Bulgaria)
Politecnico di Torino, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo: XIII x Sabla
Piazza Carlo Alberto: IED Milano
(studenti del corso di Sound Design coordinati da Painé Cuadrelli) 
Galleria Re Umberto I: Bienoise 
Piazza Palazzo di Città: 2L8 
Piazza Carignano: OOBE 
Polo contemporaneo Lingotto: Vaghe Stelle
Monte dei Cappuccini: Morkebla 
Stazione di Porta Susa: IED Milano (studenti del corso di Sound Design coordinati da Painé Cuadrelli)
Piazza Castello: Kode9 (Gran Bretagna, Hyperdub) 

Al fine di rendere il processo creativo ancora più interessante, Kode9 – coerentemente con un approccio filosofico alla musica che ne fa da anni una delle figure più significative dello spirito innovativo della musica britannica del nuovo millennio - ha stilato un manifesto al quale gli artisti coinvolti si sono dovuti attenere per realizzare le loro composizioni sonore. I musicisti hanno infatti dovuto realizzare i loro brani partendo esclusivamente da suoni ed effetti ambientali registrati nelle location stesse, nell’intento di catturarne l’atmosfera e l’essenza.