In qualità di ente internazionale britannico per le relazioni culturali e le opportunità educative, il British Council ha lavorato con i propri vicini europei per oltre ottant’anni, e continueremo a farlo. Abbiamo sempre creduto nella forza dell’impegno con istituzioni multilaterali e troveremo i modi per continuare a lavorare in partnership con altri Paesi europei, e con le Istituzioni della UE, per creare opportunità, stabilire connessioni e generare fiducia reciproca.

La cultura, la lingua, le idee non conoscono frontiere. Dato che questo è il cuore del nostro lavoro, in Italia continueremo ad offrire i nostri servizi e i nostri progetti culturali come pianificato.

The Morning After Report

The Morning After Report: The future of the UK’s cultural relationship with other European nations’ è una nuova raccolta di articoli pubblicati dal British Council. Nel volume, diverse figure chiave del mondo della cultura, della politica e della scienza riflettono sulle relazioni culturali del Regno Unito con l’Europa. Scaricate la raccolta The Morning After Report

Il Direttore del British Council per l’Unione Europea Rebecca Walton ha affermato: “Crediamo, alla luce dei risultati del Referendum britannico sull’adesione alla UE, che i legami culturali tra il Regno Unito e gli altri Paesi rimarranno vitali e potranno aiutare la costruzione di fiducia reciproca, qualsiasi sia la soluzione politica ed economica che alla fine verrà raggiunta”.

.................................................................................................................

Il Regno Unito al momento rimane un membro della UE, e continueremo ad adempiere ai nostri obblighi e a ricevere i fondi ad essi pertinenti. Capiamo, in ogni caso, che ci saranno domande sull’impatto più ampio del referendum. Molte di queste domande dovranno essere considerate in quanto parti della discussione più larga sulle relazioni future del Regno Unito con l’Unione Europea. Sarà nostra cura fornire via via successive informazioni.

Istruzione

Il Regno Unito ospita alcune delle migliori università e centri di ricerca del mondo, rispetto al cui successo giocano un ruolo fondamentale studenti, docenti e  ricercatori internazionali. Se avete fatto domanda per studiare nel Regno Unito e siete preoccupati per quello che potrebbero significare per voi i risultati dal referendum qui trovate alcuni suggerimenti per maggiori informazioni.

Gli studenti dell'Unione europea che studiano in Inghilterra e che si iscrivono nell'anno accademico 2019-20 e 2020-21, continueranno a godere del diritto all’"home fee" status, il che significa che verranno loro applicate le stesse tasse universitarie degli studenti del Regno Unito. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web del Dipartimento dell'Istruzione

Gli studenti dell'Unione europea che studiano in Scozia e si iscriveranno nell'anno accademico 2019-20 e 2020-21, avranno accesso alle lezioni dei corsi di laurea di primo livello a titolo gratuito per la durata dei loro corsi. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web di Universities Scotland e su quello dello Scottish Government

Studenti dell'UE che studiano nel Regno Unito nell'ambito del programma Erasmus: il loro status di immigrazione non è cambiato e continuano a beneficiare del loro finanziamento Erasmus fino a quando il Regno Unito sarà frai i membri dell'UE; tali benefici potrebbero essere estesi anche oltre. Il Regno Unito collabora con il British Council come agenzia nazionale per l'Erasmus; si invitano le associazioni a controllare regolarmente i siti web Erasmus per aggiornamenti, comprese le comunicazioni dirette agli studenti.

Il governo britannico ha dichiarato pubblicamente che il Regno Unito è impegnato a continuare la piena partecipazione al programma Erasmus per tutto il periodo dei negoziati. In linea di principio, gli studenti dell'UE possono recarsi nel Regno Unito, almeno fino al 2021, come parte del programma Erasmus, anche se la decisione finale su questo argomento è soggetta ai negoziati.

Ulteriori informazioni sono disponibili anche sulla pagina web del British Council EU Students in UK

Link esterno